Mercoledì, 03 20th

Last updateMar, 19 Mar 2019 9am

Il nostro progetto per il 2019

L'Associazione Nino Carrus ha elaborato, attraverso una serie di incontri del Consiglio Direttivo, il programma delle iniziative per il 2019. Adesso dovrà essere portato all'attenzione del Comitato scientifico e dell'assemblea dei soci che si terrà il 16 febbraio a Borore nella sala consiliare del Comune.

Il Progetto.
Il programma che può essere definito anche "progetto di sviluppo locale e territoriale" ha come titolo "Verso il 2020: territorio e sviluppo delle zone interne della Sardegna: strategie, strumenti, risultati e buone pratiche" – Un titolo e un progetto che seguono i tempi e gli obiettivi della progettazione europea dei fondi comunitari e della strategia nazionale per le aree interne – Programmazione europea e strategia nazionale, aggiungiamo anche programmazione regionale/ territoriale, che non hanno avuto sino ad oggi una reale ricaduta economica e sociale nei territori della Sardegna interna.

Obiettivi.
Obiettivi del nostro progetto: dare centralità al problema delle zone interne e allo sviluppo dei nostri territori attraverso iniziative concrete che servano da volano alla crescita economica, sociale culturale delle nostre comunità del Marghine e non solo. Appare fondamentale il rafforzamento del concetto di unità del territorio (La città del Marghine) attorno alle proposte e ai progetti che vengono indicati nel programma. Come è necessaria la più ampia partecipazione delle comunità nella fase della discussione e della elaborazione dei progetti (Mobilitazione dal basso). Sarà valorizzata, come nel passato, il confronto con le istituzioni locali, che sono i titolari delle decisioni finali. I territori, le istituzioni territoriali, i comuni debbono essere i nuovi protagonisti dello sviluppo.

Alcune Proposte progettuali.
Distretto culturale del Marghine – Dopo la elaborazione del Piano di Fattibilità presentato a Macomer in una manifestazione pubblica si propone, a soggetti istituzionali e privati, la costituzione del Distretto Culturale del Marghine – La cultura e la sua organizzazione nel territorio diventano propulsori di sviluppo.

Il Parco dei Monti del Marghine e del Goceano – Se ne parlava negli anni ottanta. Esiste una progetto di massima della Ex Comunità Montana Marghine/Planargia. La costituzione del Parco si ripropone come una ulteriore opportunità di sviluppo – Sarà un incontro dibattito con amministratori locali, esperti e amici dell'ambiente a definirne la progettualià.

Sistema bibliotecario territoriale (Settore importante del Distretto culturale) – Incontro operativo per la costituzione del sistema – La cultura e la biblioteca uniscono e valorizzano il territorio –
Una giornata di studio e di progettazione su come creare "Le Cooperative di comunità" – Verranno individuate proposte operative con la partecipazione di esperti e di amministratori che stanno già vivendo questa esperienza per dare ai cittadini dei paesi servizi più funzionali ed efficienti (oggi decisamente carenti) in svariati settori della vita di comunità.
Territorio e sviluppo: scuola, trasporti, lavoro, impresa. Per una nuova strategia di sviluppo territoriale. Incontri e dibattiti.

Premio Nino Carrus
Quinta edizione 2019 – Premio biennale - Un tassello fondamentale dei programmi e delle attività dell'associazione non solo per i temi che vengono sviluppati ma soprattutto per l'interesse manifestato da molti giovani sardi che vogliono e chiedono di vivere nella lorio terra. Tema del premio 2019 " Come creare lavoro nei paesi delle zone interne della Sardegna : idee, proposte, progetti e buone pratiche" – Il lavoro per i nostri giovani rappresenta anche il futuro dei nostri paesi, destinati diversamente a scomparire.

Unità e mobilitazione – La Rete delle associazioni
Altra importante iniziativa è la Costituzione della rete delle associazioni che in questi anni sono impegnate, attraverso manifestazioni varie, nella difesa dei paesi e nella lotta allo spopolamento. L'obiettivo è quello di porre fine alla frammentarietà delle azioni e di dare unità ad una strategia comune che raccolga e proponga risposte concrete alla questione dei paesi e al problema, oggi fondamentale, dello sviluppo delle aree interne e delle zone rurali della Sardegna. Si sono svolti già due incontri, hanno aderito sino adesso una quindicina di associazioni ed è stata approvata una bozza di statuto. Nel 2019 verrà costituita ufficialmente, questo è nel nostro programma, "la Rete delle Associazioni – Comunità per lo sviluppo."

Altre iniziative.
Altre importanti iniziative sempre strettamente collegate ai contenuti del progetto iniziale "Verso il 2020. Territorio e sviluppo delle zone interne della Sardegna":

Tavola rotonda sul tema "La politica per i territori della Sardegna interna: confronto con i partiti che faranno parte del prossimo consiglio regionale"- E' quanto mai opportuno conoscere la posizione delle forze politiche che ci rappresenteranno in Regione sui temi che sono al centro del nostro dibattito già da molti anni. Occorre fare chiarezza perché le comunità e i cittadini delle zone interne possano esprimere un giudizio e adoperarsi perché venga superata l'attuale situazione di crisi e di marginalità.

Pubblicazione e stampa del secondo volume "la Primavera dei Paesi" che conterrà gli altri 15 elaborati presentati alla quarta edizione del Premio Nino Carrus.. (Altri 13 sono stati pubblicati nel primo volume). Si completerà in questo modo il quadro dei progetti proposti da giovani laureati e ricercatori che rappresentano, non il mondo accademico, ma le comunità dei paesi.
Festival della Legalità – Una giornata di confronto sui temi della legalità in Sardegna – (all'interno del Festival della Legalità organizzato in collaborazione con altre associazioni, in particolare con il "Centro Servizi Culturali" di Macomer e con "Progetto H") – Un festival unico in Sardegna per la particolarità dei contenuti, per la ricchezza delle manifestazioni, per lo spessore culturale dei diversi relatori- Il Festival si svolgerà a Macomer nel mese di aprile.

"Autonomia trent'anni" è il titolo di un film ritrovato e restaurato che racconta i primi trent'anni dell'Autonomia, del regista Guido Costa, un "tesoro nascosto" che porta le firme di Manlio Brigaglia, di Silvio Reina e di un giovanissimo Sergio Atzeni. Alla proiezione seguirà la presentazione/dibattito del libro "Storia dell' Autonomia sarda. Antologia" di Manlio Brigaglia e Salvatore Mura. La manifestazione ci permetterà di riflettere e discutere, ancora una volta e in modo critico, sui temi dell'autonomismo e di ricordare la grande figura di Manlio Brigaglia.

Sei qui: Home Comunicati Il nostro progetto per il 2019
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS