Mercoledì, 03 20th

Last updateMar, 19 Mar 2019 9am

Blog

Attività 2018: un bilancio del nostro lavoro

Durante l'anno 2018 si sono svolte 12 manifestazioni: incontri/dibattito, tavole rotonde, la prima edizione della Masterclass "La Primavera dei paesi", la presentazione del libro (il sesto) che raccoglie gli elaborati presentati alla quarta edizione del Premio Nino Carrus 2017, tutti eventi di grande interesse e attualità, di forte valenza culturale. I risultati sono sicuramente positivi per la qualità degli interventi e dei relatori, per la tipologia degli avvenimenti, ma soprattutto per la numerosa partecipazione che ha interessato come negli anni precedenti, non solo la provincia di Nuoro ma tutto il territorio isolano.

La prima edizione della Masterclass 2018 (Laboratorio di formazione) e la presentazione del libro sullo "Spopolamento dei Paesi" per l'attualità e l'importanza del tema, per l'alto numero di giovani partecipanti, hanno raggiunto un livello di interesse veramente ragguardevole. che ha interessato tutti i territori della Sardegna. Il laboratorio di formazione a cui è stato dato il titolo " La Primavera dei Paesi. Masterclass sullo spopolamento dei paesi e delle zone interne", articolato attraverso cinque lezioni/incontro da giugno a novembre 2018, ha visto la partecipazione di 30 giovani laureati, ricercatori, professionisti, studenti universitari provenienti da diverse parti della nostra isola. Un manifesto conclusivo ha raccolto le idee e le proposte operative maturate durante gli incontri.

Altra importante iniziativa è stata la "Costituzione della Rete delle associazioni" che in questi anni sono impegnate, attraverso manifestazioni varie, nella difesa dei paesi e nella lotta allo spopolamento. L'obiettivo è quello di porre fine alla frammentarietà delle azioni e di dare unità ad una strategia comune che raccolga e proponga risposte concrete alla questione dei paesi, al problema, oggi fondamentale, delle aree interne e delle zone rurali della Sardegna. Si sono svolti due incontri (19 ottobre/23 novembre 2018), hanno aderito sino adesso 15 associazioni ed è stato approvata una bozza di statuto preliminare. Siamo sulla buona strada.

Si può affermare che le iniziative culturali e politiche organizzate dall'Associazione costituiscano ormai un punto di riferimento importante, delle occasioni per dibattere i problemi reali delle nostre popolazioni e per individuare possibili soluzioni di crescita e di sviluppo per le zone interne e marginali della Sardegna. Sono stati individuati progetti, strumenti, strategie per cercare di risolvere i problemi dello spopolamento dei nostri paesi e per favorirne la rinascita.

La partecipazione agli incontri di molti amministratori locali, consiglieri regionali e parlamentari, di giovani studenti e lavoratori, di operatori economici e sociali, di professionisti e intellettuali, dimostra che la proposta politica e culturale dell'Associazione, è quanto mai valida, concreta, legata profondamente alle esigenze della gente e ai problemi dei nostri territori.
L'autorevolezza dei relatori, professori universitari, politici, giornalisti, assessori e consiglieri regionali, economisti e imprenditori di successo, sindaci e amministratori hanno favorito certamente la giusta attenzione e il notevole interesse per la partecipazione agli incontri organizzati dalla nostra Associazione.

Anche la stampa e diverse reti televisive della Sardegna ( Rai Tre, Videolina e altre Tv private) hanno dato sempre alle iniziative un rilievo determinante per la riuscita e la partecipazione di molti e interessati cittadini.

Le aree che hanno beneficiato maggiormente dei nostri incontri e convegni sono Il Marghine e la Sardegna Centrale, dove è carente l'attività politica e culturale e dove comunque è sentita l'esigenza di un confronto sui temi dello sviluppo economico, sociale e culturale, vista la gravità della situazione in cui si trova il nostro territorio. Significativa la partecipazione di persone, giovani laureati e ricercatori, professionisti e imprenditori, provenienti da altre aree dell'isola.
In questa relazione conclusiva si vuole sottolineare l'enorme interesse che hanno suscitato le manifestazioni/eventi organizzati nel corso del 2018.

Da sottolineare che i temi trattati e discussi negli incontri/dibattito e nelle diverse manifestazioni culturali hanno poi avuto un seguito perchè il confronto e l'approfondimento sono continuati nelle pagine del sito dell'Associazione – www.ninocarrus.it - Il confronto non si ferma alla singola manifestazione ma ha un appendice importante nei forum del sito e sulla pagina di facebook.

L'Associazione che ormai opera da 14 anni, nell'organizzare i convegni e le varie manifestazioni culturali e politiche, si propone tre obiettivi:
• animare il dibattito politico e culturale nell'area della Sardegna Centrale e della provincia di Nuoro e non solo;
• stimolare, attraverso il confronto, nuove idee e più dinamiche capacità progettuali, per suscitare dalla base proposte in funzione dello sviluppo e in risposta alla crisi in atto nei territori della Sardegna interna;
• favorire la formazione di una nuova e rinnovata classe dirigente rappresentata dai tanti giovani che seguono e partecipano alle nostre attività culturali.

Pensiamo di essere riusciti in gran parte nel nostro intento. Il piano di attività predisposto in fase di programmazione e presentato alla Fondazione di Sardegna si è sostanzialmente realizzato nelle tre azioni previste:
1.Organizzazione eventi pubblici informativi e di approfondimento sulle problematiche di sviluppo locale. Importante la Costituzione della Rete delle Associazioni;
2. Pubblicazione e stampa del libro contenente i saggi e progetti presentati nell'ambito della quarta edizione del Premio Nino Carrus 2017. Titolo "La Primavera dei Paesi";
3. Organizzazione di un Laboratorio di formazione – Masterclass 2018 "La Primavera dei paesi. Spopolamento dei paesi: idee, progetti e buone pratiche per la loro rinascita." 30 partecipanti provenienti da diverse parti della Sardegna.

Sei qui: Home Blog Attività 2018: un bilancio del nostro lavoro
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS